L'INFLUENZA DELLA PANDEMIA SUL MERCATO IMMOBILIARE

Il 2020 si è chiuso per il mercato immobiliare meno peggio di quanto si potesse presagire allo scoppio della pandemia, le transazione sono diminuite del 14%, calo sensibile ma non drammatico.

Tutte le rilevazioni concordano sul fatto che la voglia di casa da parte degli italiani non è venuta meno, anzi, dopo il lockdown è aumentata la richiesta di abitazioni più ampie e con grandi spazi esterni, come balconi, terrazzi e giardini. Proprio su quest'ultimo punto stiamo riscontrando un aumento dei valori immobiliari nelle periferie delle grandi città e una conseguente diminuzione di quelli all'interno delle città stesse.
Dall’altro lato ci sono le incertezze su come evolveranno la situazione sanitaria e quella economica, l’andamento dell’occupazione e le scelte delle banche, che per ora non hanno rialzato i loro spread sui mutui ma che, essendo già certe dell’aumento delle sofferenze sui crediti in essere, valutano con maggior rigore chi chiede un finanziamento ipotecario.

QUALI SONO LE PREVISIONI PER IL 2021?


Il 2020 è stato segnato dal virus ma, allo stesso tempo, ci ha fatto riscoprire il valore di quello che spesso diamo per scontato e che, quasi sempre, mettiamo in secondo piano: la casa. Il confinamento cui siamo stati sottoposti ci ha fatto capire la sua importanza e immaginare le caratteristiche ideali che dovrebbe avere.

Le prospettive per il 2021 sono ovviamente condizionate al momento dell’effettiva ripartenza dell’economia e dalla progressiva uscita dalla crisi pandemica. Tuttavia  è possibile ipotizzare un ritorno alla quasi normalità nel secondo trimestre del 2021 e, quindi, stimare una ripresa del mercato immobiliare nazionale del
7,7%

Ultimi articoli

PERCHE' AFFIDARSI AD UN'AGENZIA IMMOBILIARE?

Perchè affidarsi alle agenzie immobiliari? La casa è il nostro mestiere!

ECO E SISMA BONUS

Ecobonus 110%:i requisiti per accedere alla nuova opportunità per il miglioramento del Nostro patrimonio immobiliare.

[X]
Accetto i cookie